Tumulazione a Roma: scopri la professionalità del nostro servizio

La tumulazione consiste nel seppellimento di un defunto in una tomba o in un loculo, a seconda della disponibilità. Può avvenire in un cimitero romano oppure in un qualsiasi cimitero italiano e non: ci occupiamo di tutte le fasi del processo.

Documentazione necessaria per la tumulazione

Per effettuare questa pratica basta richiedere l'autorizzazione necessaria al Comune di Roma. Il Cimitero di destinazione dipende, in ogni caso, dalla residenza del caro estinto. Il portale dei Cimiteri Capitolini assegna ad ogni municipio un campo santo fra: Cimitero Flaminio, Cimitero Laurentino, Parrocchietta, Ostia Antica, San Vittorino, Isola Farnese, Castel di Guido, Cesano, Maccarese, S. Maria di Galeria. Tutti questi sono, peraltro, raggiungibili con i mezzi pubblici.

Nel caso in cui si veda necessario acquistare un loculo, è utile sapere che la concessione dura 30 anni, dopo i quali si può o riacquistare per lo stesso periodo oppure procedere con l'estumulazione. I loculi vengono acquistati presso il rispettivo cimitero o, in assenza di posto, presso quello Flaminio.

Come avviene il processo

È la squadra degli operatori del cimitero che si occupa di effettuare l'operazione. L'agenzia funebre, in ogni caso, fornisce supporto in tutte le fasi del funerale di cui costituisce la fine.

Per seppellire presso una tomba privata, occorre presentare l'autorizzazione degli aventi diritto ma, di nuovo, sarà la nostra ditta ad informarvi di volta in volta sui documenti da compilare e firmare.

In ogni caso, è possibile richiedere l'estumulazione della salma in qualsiasi momento. Se questa avviene prima che siano passati due anni, è tuttavia necessario richiedere una dichiarazione dell'autorità sanitaria che esclusa le malattie infettive fra le cause della morte.

L'estumulazione può venire richiesta per spostare la salma in un altro cimitero oppure per procedere con la cremazione.

Tutte queste operazioni hanno dei costi che devono essere pagati al Comune di Roma (e/o a quella di destinazione se si tratta di un trasporto). Potete contattarci direttamente nel caso in cui necessitiate di un preventivo: vi forniremo tutte le informazioni a riguardo, aiutandovi a trovare la soluazione più efficiente ai vostri desideri.

Tumulazione salma posto in più

E' possibile effettuare una tumulazione (così come avviene per quanto riguarda le ceneri o cassetta ossaria) di una salma in un loculo o tomba dove sono già presenti uno o più feretri. Trascorsi venti anni dal decesso è possibile richiedere un restringimento della salma precedentemente tumulata per far spazio a quella nuova.

Inoltre è possibile far richiesta (ove necessario) di una verifica per capienza (ossia aprire il manufatto e verificare se lo spazio è idoneo ad accogliere un ulteriore feretro).

Cosa avviene al Cimitero Verano

Al cimitero Verano (di Roma) non è possibile acquistare loculi o tombe di nuova concessione ma le tumulazioni sono esclusivamente riservate ai possessori di manufatti in cui possono essere tumulati gli aventi diritto.

Tutte queste operazioni (per esempio: in base alla fila dove si effettua la pratica di cui sopra per la della salma per il posto in più e/o per quel che riguarda la collocazione della salma in una tomba o in un loculo) presentano dei costi differenti relativamente alle tasse da pagare nei confronti del Comune.

Certificato di morte: ti aiutiamo in tutti gli step burocratici

Il certificato di morte è un documento che attesta l'avvenuto decesso di un cittadino italiano. È necessario per porre fine a tutti i rapporti che il defunto aveva con enti pubblici e privati (come istituti di assicurazione, banche e così via). Ottenerlo è molto semplice.

L'atto di morte è una cancellazione anagrafica che verrà effettuata dal personale delle agenzie funebri nel comune di decesso. Per effettuare l'atto di morte ci sarà bisogno della scheda istat e del certificato di morte, che verranno compilati dal medico di famiglia al momento del decesso; solo grazie a questo il comune potrà rilasciare l'autorizzazione al seppellimento di cadavere necessario per tumulare o inumare la salma (per quanto riguarda Roma la pratica viene svolta nei 3 cimiteri di Laurentino, Flaminio, Verano, o nei suburbani di Roma).

Come farne richiesta al Comune

E' possibile che a richiedere il documento sia chiunque mostri un documento d'identità valido e conosca gli estremi anagrafici del defunto. Il certificato di morte, infatti, rientra fra i certificati anagrafici che, per legge, sono pubblici.

Contattaci

Piazzale del Verano, 74
00185 Roma
tel. 0664871149
fax. 0664871149
mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

E' possibile fare richiesta per un certificato di morte anche via posta. Questo servizio è utilizzabile dai cittadini non residenti a Roma e da avvocati e notai che ne necessitano per le loro pratiche. Questi professionisti devono inviare domanda scritta, allegandovi copia del documento di riconoscimento, con una busta indirizzata al destinatario di ritorno. 

E' anche possibile fare richiesta per altre tipologie di certificati di morte, per i quali, tuttavia, occorre attenderne i tempi di lavorazione. Ci si riferisce ai certificati di morte per i decessi avvenuti prima del 1981 e per quelli redatti in più di una lingua. L'iter di richiesta rimane comunque il medesimo.

A cosa serve il certificato

Solitamente si usa inviare comunicazione scritta, allegandovi una copia del certificato, dove un parente stretto del deceduto – il coniuge o uno dei figli – invita l'interlocutore a cessare tutte le pratiche intestate, appunto, al defunto. Destinatari di queste lettere sono, ad esempio, l'Inps, le Banche, Assicurazioni.

Passaporto mortuario: ecco come possiamo assisterti

Il passaporto mortuario è necessario quando una salma deve valicare i confini nazionali per essere seppellita in un altro stato. La procedura è lunga e complessa.

La prassi burocratica

Il passaporto mortuario viene rilasciato dal Comune di appartenenza (ovvero quello di domicilio o dove sia stato rinvenuto il defunto) a:

  • Un coniuge
  • Un convivente del defunto
  • Un delegato degli stessi
  • Un collaboratore dell'agenzia funebre

La modulistica da presentare tuttavia differisce a seconda della destinazione. Infatti, se il defunto deve viaggiare verso uno dei paesi aderenti alla Convenzione di Berlino del 1937 (ovvero Italia, Svizzera, Francia, Portogallo, Belgio, Austria, Germania, Cecoslovacchia, Romania, Egitto, Zaire, Russa e Cile) allora occorre:

  • Istanza con marca da bollo al Sindaco dl Comune dove è avvenuto il decesso
  • Permesso al seppellimento dal Comune di cui sopra
  • Atto di morte
  • Certificato dell'ASL locale che attesta la correttezza delle operazioni di sigillo della cassa
  • Passaporto mortuario

Per tutti gli altri stati

Oltre al passaporto mortuario e a tutta la documentazione precedentemente illustrata, è necessario ottenere un nulla osta all'ingresso della salma nel paese estero, che può essere richiesto tramite l'ambasciata di riferimento, e la comunicazione del rilascio del passaporto alla Prefettura di frontiera.

Perché affidarsi all'agenzia funebre

L'iter, come si è evince, è molto complesso: occorre interpellare più di un interlocutore istituzionale e attendere tempi e procedure differenti. L'agenzia funebre conosce perfettamente queste modalità ed è in grado di seguirne tutte le fasi con efficienza e, soprattutto, senza richiedere la presenza dei familiari.

Oltre a questo – anzi: contestualmente – la ditta si occupa della parte logistica del trasporto. Questo può avvenire via terra, tramite il carro funebre, oppure via aerea. In ogni caso saranno appunto i nostri collaboratori a gestire il viaggio della salma facendo in modo che vengano rispettato tutti gli standard e vi sia sempre qualcuno, anche nel paese di arrivo, ad accoglierla e a prendersene cura sino alla tumulazione nel cimitero.

Lo scopo infatti della richiesta di passaporto mortuario è quello di poter dare riposo ad una salma nella tomba di famiglia che, come dimostrano le circostanze prima esposte, può trovarsi anche in uno stato diverso da quello italiano.

I costi del passaporto sono molto contenuti; tuttavia, com'è facile intuire, è il viaggio della bara può incidere fra le spese visto che, per l'ordinamento italiano, la cassa è considerata trasporto speciale.

Trasporto salma: ci occupiamo di tutti i particolari

Può rivelarsi necessario alcune volte dover trasportare la salma in un comune diversi rispetto quello dove è avvenuto il decesso.

Decreto trasporto salma

Il decreto salma è un'autorizzazione al trasporto che rilascia il comune in cui è avvenuto il decesso. Il documento servirà per traslare una salma dal comune di decesso ad altri comuni dove la salma verrà o inumata, o tumulata. Il decreto verrà rilasciato direttamente all'agenzia funebre, previa domanda in bollo con relativi istat e certificati di morte compilati dal medico curante che attesterà il decesso. Il decreto salma verrà quindi rilasciato solo dopo aver trascorso le 24 ore dal decesso.

La documentazione

Per procedere con il trasporto della salma, occorre presentare:

  • Una lettera d'incarico all'agenzia
  • La dichiarazione sostituiva
  • Il permesso di trasporto rilasciato dal Comune
  • L'autocertificazione di morte

Ogni tipo di destinazione richiede, infatti, una documentazione diversa.

Se il defunto dev'essere portato in una città italiana, allora la procedura è molto semplice: la documentazione prima esposta è sufficiente e il rilascio è quasi immediato (posticipato, al massimo, di un giorno lavorativo).

Organizzare questo tipo di trasporto della salma è piuttosto semplice, visto che la vettura utilizzata è il carro funebre, capace di viaggiare a grandi velocità nelle autostrade italiane.

È ovviamente possibile per la famiglia seguire il mezzo oppure potete affidare a noi l'intero servizio, con la consapevolezza che tratteremo il vostro caro estinto con la massima cura: i nostri autisti e collaboratori sono in grado d'occuparsi del feretro in tutte le circostanza.

Trasporto fuori Italia 

Nel caso in cui la destinazione del trasporto della salma sia un paese straniero, occorre richiedere il passaporto mortuario. Anche questa rientra fra le nostre competenze, dato che quest'autorizzazione può essere ottenuta anche dall'agenzia funebre in quanto persona informata del fatto (ovvero dell'avvenuto decesso).

Il trasporto implica, in ogni caso, un costo che dipende dalla tratta e dai mezzi utilizzati. Di concerto alla famiglia, la nostra ditta s'impegna a trovare la soluzione più efficiente (nonché economica) per operare il viaggio del caro estinto, ottimizzando i tempi in modo tale da permettere al defunto di raggiungere il cimitero di destinazione nel più breve tempo possibile. 

La fase finale del trasporto può, infatti, essere:

  • La tumulazione presso il cimitero di destinazione
  • La cremazione presso il tempio crematorio più vicino disponibile (se la città di partenza non ne possiede uno)
  • La dispersione delle ceneri in un luogo particolare, scelto dalla famiglia
  • Il trasporto non di una salma ma di una cassetta ossaria o urna cineraria presso un loculo già acquistato

Noi forniamo tutti questi servizi, preoccupandoci anche di valutare le scelte possibili in merito alla destinazione. I nostri rapporti professionali ci permettono di offrirvi assistenza anche in una città diversa da Roma.

Contatti

Piazzale del Verano, 74
00185 Roma
tel. 0664871149
Emanuele Proietti: 3291985583
Luca Daddario: 3291985530
Valerio Di Bella: 3291985505
fax. 0664871149
mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.